20/01/2015

Brunilde Gambaro

Brunilde Gambaro

Brunilde

Cosentina di nascita e romana d’adozione, Brunilde Gambaro è laureata al DAMS con indirizzo cinematografico. Si chiama Brunilde per decisione del padre, wagneriano, innamorato della Cavalcata delle Valchirie.

Il suo unico cortometraggio “Piccerè” girato in costiera amalfitana ha vinto il Premio internazionale Rossellini e il premio “Il Meglio del made in Italy” per Cinecittà Holding.

È stata ballerina di danza classica e contemporanea e insegnante diplomata di aerobica. Ha lavorato come conduttrice radiofonica per sei anni e per altrettanti come copywriter presso un’agenzia di comunicazione, poi la decisione di trasferirsi a Roma e ricominciare tutto da capo. Lì, dopo piccoli ingaggi da sceneggiatrice e aiuto regista per produzioni televisive, inizia l’esperienza discografica con una storica etichetta Indie come responsabile della comunicazione e manager degli artisti in scuderia. Questo lavoro la mette in contatto con l’Istituto nazionale tumori Regina Elena per l’organizzazione di concerti all’interno del programma di Umanizzazione ideato dalla Direzione generale dell’ ospedale. La passione verso questa collaborazione la porta gradualmente a lasciare il campo discografico per dedicarsi completamente alla comunicazione in Sanità. E ancora una volta, ricomincia tutto da un nuovo punto di partenza.

Aspettami è il suo primo romanzo, acquistabile su Amazon in versione cartacea, o prenotabile nelle librerie Giunti www.giuntialpunto.it 

Aspettami, Brunilde Gambaro, Nobook®

Aspettami

Lascia un commento